Dehli

Strumento:

Corso:

  • Writing & Production
  • BAC

NOME: Gabriele "Dheli" Deliperi
CITTA': La Spezia
CORSO: Writing & Production
ANNO DI NASCITA: 1997

QUAL E' STATO IL MOMENTO ESATTO IN CUI HAI DECISO DI VOLER FARE MUSICA?
Il giorno in cui ho deciso di fare musica, lo ricordo molto bene. Nel 2011 sbagliai l’acquisto di un Cd: invece di prendere American Idiot dei Green Day (versione studio) presi il Live "Bullet In A Bible". Dopo aver visto il loro concerto su Dvd decisi che volevo trasmettere alle persone le emozioni che il cantante trasmise a me. Iniziai a scrivere e a studiare chitarra, da lì iniziò tutto.

QUALI SONO LE TUE INFLUENZE?
Nel mio primo periodo di attività musicale la mia ispirazione derivava principalmente da tutta la scena Punk. Con il tempo ho imparato ad apprezzare anche altri generi come la Dance, che è diventata con gli anni il mio genere di preferito. Seguo molto Dua Lipa e The Weeknd. In Italia invece Il Pagante e J Ax.

HAI STUDIATO MUSICA IN ALTRE SCUOLE?
Nel 2011 ho iniziato a studiare chitarra al Rock Tribe di La Spezia. In seguito ho iniziato anche a prendere lezioni di canto, sempre al Rock Tribe e all'Endecalineo. 
Nel 2016 mi sono iscritto all’IRMUS (la civica Claudio Abbado) di Milano, frequentando il corso “ Musica per l’Immagine “.
Dal 2017 sono in CPM.

QUALI STRUMENTI SUONI?
Continuo con lo studio della Chitarra, del Pianoforte e del Canto. Per ora sto approfondendo questi.

SE POTESSI FAR TORNARE IN VITA UN ARTISTA CHI SCEGLIERESTI?
Sicuramente farei tornare in vita Avicii. Aveva ancora molto da dare alla Musica. 

IN QUALE EPOCA MUSICALE VORRESTI VIVERE?
Vorrei vivere assolutamente negli Eighties. Anni ’80 foreva. 

PREFERISCI LO STUDIO O IL PALCO?
Amo stare in studio ma l’adrenalina che mi dà il palco non la sostituirei con niente, quindi direi palco.

QUALE PENSI CHE SIA IL FATTORE PIÙ IMPORTANTI PER ESSERE ARTISTI OGGI?     
L’urgenza espressiva. È quella cosa che non ti fa arrendere mai, e se la unisci alla perseveranza diventi imbattibile. Nemmeno il talento serve; che c’è di più comune degli uomini di talento che non hanno successo? Nemmeno il genio; il genio non ricompensato è di fatto un luogo comune.
Soltanto la perseveranza e la determinazione sono onnipotenti, dimostrano che niente mai ti potrà sconfiggere, che puoi raggiungere la serenità, una salute migliore ed un incessante flusso di energia.
Se ti prefiggerai ogni singolo giorno il raggiungimento di questi obbiettivi i risultati non tarderanno a manifestarsi in maniera evidente. Anche se può sembrarti una formula magica, è dentro di te che costruisci il tuo futuro. La più grande scoperta delle nostre generazioni è che gli esseri umani possono cambiare la loro vita, cambiando il loro atteggiamento mentale.

Tik Tok: https://vm.tiktok.com/ZSx7X7fM/
Twitter: https://twitter.com/Dheli_g

Dehli ha fatto notizia

Il CPM per il Premio Campiello Giovani 2021

Siamo lieti di annunciare la collaborazione tra la nostra scuola di Musica e il prestigioso Premio letterario Campiello, giunto alla sua 59°edizione.
Nello specifico, il CPM e il
Premio Campiello Giovani, giunto alla sua 26° edizione, hanno infatti dato vita al progetto Note e Parole. Racconti in Musica che verrà presentato dal vivo Venerdì 3 Settembre, ore 19,  presso il Teatro Goldoni di Venezia.
La serata sarà trasmessa in diretta streaming, alle ore 19, sulla pagina Facebook del CPM e del Premio Campiello.

Il progetto, ideato da Franco Mussida, vede un lavoro a più mani di alcuni dei nostri allievi di Writing&Production, seguiti dal Responsabile Artistico del laboratorio Alberto Cipolla, insieme ai giovani scrittori finalisti per trasformare gli elaborati letterari di quest'ultimi in Musica.

Le fasi del progetto sono principalmente 3:
1. Incontro "a distanza" tra gli allievi di Writing&Production del 2° e 3° anno e gli scrittori per conoscersi e impostare il lavoro da fare, dividendosi in gruppi di lavoro così formati:

  • Gabriele Deliperi e Veronica Gori con Camilla TibaldoLa somiglianza
  • Mario Vernetti e Matteo Villambrosa con Salvatore Lamberti Roman
  • Davide Mettifogo e Marco Pezzali con Alice Scalas BiancoRitratto di Parigi
  • Gaetano Dino Chirico e Giovanni Luigi Muggeri con Martina SangalliBlu colomba
  • Alice Asara e Alberto Vatteroni con Shannon MagriKiyoshi nella tempesta
2. Incontro in CPM nei giorni 27 – 28 e 29 agosto per lavorare insieme dal vivo

3. “Note e Parole. Racconti in Musica” al Teatro Goldoni. Durante l’evento  una band di nostri allievi eseguirà dal vivo le composizioni dei ragazzi di Writing&Production, mentre un attore leggerà gli estratti dai racconti.
La band è composta da alcuni componenti della Ultra Pop CPM Band:
  • Marta Bonato – Diplomata AFAM Canto Pop Rock – voce
  • Cristian Donà – Diplomando AFAM Chitarra Pop Rock – chitarra elettrica
  • Luca Pegorari – Diplomato AFAM Batteria e Percussioni Pop Rock – batteria
  • Alessandro Spoldi – 3° anno AFAM Pianoforte&Tastiere – tastiere
Inoltre durante la serata Franco Mussida eseguirà, sempre con la band, il suo inedito "Il mondo in una nota"

Il CPM è onorato di prendere parte a questo progetto letterario e culturale unico, che si conferma un momento importante che lascia spazio alla creatività dei ragazzi.

Il Premio Campiello Giovani è una delle sezione del Premio Campiello, premio letterario istituito nel 1962 per volontà degli Industriali del Veneto, ed assegnato a opere di narrativa italiana.
Ritenuto uno tra i premi più prestigiosi d’Italia e tra i più importanti nel panorama editoriale italiano, il Premio Campiello è quel mezzo tramite il quale gli Industriali del Veneto offrono il proprio contributo per la promozione della narrativa.
Sono ammesse a concorrere tutte le opere di narrativa di autore vivente pubblicate nei termini indicati dal regolamento vigente, opere che vengono votate da due giurie: una tecnica e una popolare.

Tra le varie fasi del concorso, è caratteristica le selezione della cinquina finalista: durante la riunione di Selezione, aperta al pubblico, la Giuria dei Letterati seleziona i 5 finalisti. A Venezia vengono premiati gli Autori Finalisti e il Vincitore assoluto, durante una serata esclusiva che vede la partecipazione delle più alte cariche istituzionali, del mondo confindustriale e dell’imprenditoria nazionale e veneta. Vengono inoltre invitate personalità del mondo dello spettacolo e della cultura italiana. Vengono premiati, durante la stessa sera, anche il vincitore del Campiello – Opera Prima, del Campiello Giovani e Campiello Europa.

La finale, condotta da Andrea Delogu e trasmessa in diretta su RAI 5 dalle ore 21:15, si terrà Sabato 4 settembre all’Arsenale di Venezia.

Ruota il dispositivo per poter visualizzare il contenuto