Ivan Rizzo

Strumento:

Corso:

  • Canto
  • AFAM

NOME: Ivan Rizzo
CORSO: Canto AFAM
CITTA': Palermo
ANNO: 1997

CANTI IN ITALIANO?
Si, assolutamente. Mi sto anche cimentando nella lingua inglese, ma in italiano sento di potermi esprimere in maniera più spontanea e di arrivare di più a chi mi ascolta.

IN QUALE EPOCA MUSICALE VORRESTI VIVERE?
Al momento mi sento di appartenere appieno all’epoca in cui vivo. Penso di poter dare il mio contributo nel mondo della musica visto che secondo me stiamo andando verso una nuova era musicale.

3 CANTANTI O GRUPPI PREFERITI:
I pilastri della mia infanzia sono stati Pino Daniele, i Led Zeppelin e Whitney Houston, la cantante che mia madre era solita ascoltare mentre faceva le pulizie.

CHI TI HA ISPIRATO?
Nella mia famiglia non ci sono musicisti, o comunque qualcuno che mi abbia spinto nel mondo del suono, dell’arte e delle emozioni. Ho intrapreso questo viaggio quasi per gioco, perché sentivo i brividi cantando nel ripostiglio di casa mia in Sicilia, ritrovandomi spesso ad emozionarmi tra uno sgrassatore ed un ammorbidente.

DA QUANTO TEMPO CANTI?
Canto da quando avevo 16 anni, ma il mio primo approccio con la musica l’ho avuto all’età di 5 anni quando ho iniziato il ballo da sala.

LA TUA CITTA' DA' SPAZIO ALLA MUSICA?
Sfortunatamente non dà molto spazio alla musica e spero di non essere l’unico della mia città ad accusare questo disagio. Mi auguro che le generazioni future non debbano lasciare la propria terra per poter coltivare la propria passione.

TI PIACE MILANO?
Si molto, trovo che sia una città che dal punto di vista artistico musicale abbia molto da offrire ai giovani.

TI RICORDI IL GIORNO IN CUI HAI DECISO CHE AVRESTI VOLUTO FARE IL MUSICISTA?
Il giorno in cui ho deciso di fare il musicista è stato un giorno di transizione per me, mi trovavo davanti a un bivio interiore: scegliere se frequentare la facoltà di architettura oppure quella di ingegneria. Ho deciso invece di sfidare la sorte e di percorrere un terzo sentiero, quello della musica, l’unica strada che mi fa sentire vivo.

SUONI ANCHE QUALCHE STRUMENTO?
Si, ho iniziato a studiare pianoforte al CPM Music Institute. Al momento sto affrontando il terzo anno di questo strumento e penso che, come per la voce, non smetterò mai di scoprire cose nuove, su di esso e su me stesso. Mi sono reso conto che è uno strumento fondamentale per comporre.

TI MANCA LA TUA CITTA'?
Si, la nostalgia per la mia città natale è quasi palpabile, ma ciò nonostante sono disposto a seguire i miei sogni anche se questo comporta allontanarmi dalle mie radici.

QUALI DEI TUOI PROGETTI SONO NATI IN CPM?
Attualmente non ho nessun progetto in cantiere, però sono molto fiducioso per il futuro in quanto ho conosciuto artisti validi e di un certo spessore con i quali fare musica.

Ivan ha fatto notizia

"Milano e la Popular Music - di Tempo in Tempo...": grazie!

Così come per il 2019, anche quest’anno il 21 Giugno il palco del Cortile delle Armi del Castello Sforzesco di Milano ha risuonato della Musica degli allievi del CPM per la rassegna Estate Sforzesca 2020.
Oltre 2 ore di Musica per celebrare la Festa della Musica in un periodo così particolare, dedicando l’evento a tutti gli addetti del nostro settore, che non è solo quello dello “spettacolo”, e a tutte le persone che hanno sofferto e soffrono questo momento particolare. A musicisti, cantanti ed artisti a prescindere dalla loro notorietà, al futuro della Musica che unisce.
 
Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita questo spettacolo, organizzato in una sola settimana.
Grazie al Comune di Milano, all’Assessore alla Cultura Filippo Dal Corno e ad Andrea Minetto.
Grazie al pubblico che ha assistito a “Milano e la Popular Music – di Tempo in Tempo…

Grazie al Direttore Musicale Giuliano Lecis e a Fabio Ingrosso, che ha curato la presenza sul palco dei ragazzi.

 
Grazie ai docenti: Flaviano CuffariDino D’AutorioTommaso FerrareseRoberto Gualdi.
Grazie agli studenti e musicisti: Stefano Casalena, Giacomo Ferrari, Luca Portunato, Vittorio Romano, Davide Chioggia, Metello Bonanno, Gabriel Bagini, Milo Bazzari, Riccardo Bergomi, Carlo Capobianco, Antonio Cirigliano, Lorenzo di Roberto, Cristian Donà, Marco Giovanni Ferrario, Antonio Liso, Fabio Lombardi, Federica Pellegrinelli, Alessandro Spoldi, Daniele Tromby, Mattia Algieri, Elisabetta Arpellino, Daniele Azzena, Alessia Borganti, Edoardo Buoso, Caterina Camera, Gabriele Catoni, Chiara Ciurlo, Marta Coppa, Maddalena Cortesi, Chiara De Rosa, Marina Ferrazzo, Erica Gennari, Lucia Gipponi, Giulia Lazzerini, Sara Mancini, Eleonora Matta, Elisabetta Meroni, Paola Micieli, Alberto Moni, Greta Moroni, Elena Mottarelli, Nicole Piccione, Ivan Rizzo, Silvia Rosa, Emanuela Senes, Raffaella Zago, Alessio Zariati.
Grazie a ULULA & LaForesta, special guest: Maximilian Agostini, Simone Carradori, Filippo Chiarini, Lorenzo Garofalo, Andrea Mandelli, Alessio Profeti.

 
Grazie ai tecnici: Giacomo Mandelli, Mattia Chiodini, Gabriele Gioia, Lorenzo Longoni, Francesco Mandelli, Mattia Marangi, Valentina Panzeri, Daniele Ronchi.
 
A questo link potete scaricare il libretto della serata con la set list: 
https://qrgo.page.link/Gwgio

Potete vedere le foto della giornata sui nostri canali Facebook Instagram. 

Cosa ho studiato

Ho studiato con

Ruota il dispositivo per poter visualizzare il contenuto