Marta Bonato

Strumento:

Corso:

  • Canto
  • AFAM

NOME: Marta Bonato
CITTÀ: Asiago (VI)
CORSO: Canto AFAM
ANNO DI NASCITA: 1998

PROGETTI MUSICALI ATTIVI?
Canto in un duo acustico, gli Mfor2, di cui Mauro Cunico, il mio ragazzo, è il supersonico chitarrista che mi accompagna. A breve realizzerò anche un mio progetto con il quale porteremo in giro i miei inediti, con il sogno di farli ascoltare a più persone possibili.

HAI CALCATO QUALCHE PALCO IMPORTANTE?
Il 21 Giugno scorso ho cantato sul bellissimo palco del Castello Sforzesco per l’evento “Musica Infinita #cometogether”, che mi ha vista coinvolta in diversi e bellissimi brani come “Layla” di Eric Clapton, “First Circe” di Pat Metheny… 
A Settembre invece mi sono esibita con i miei compagni su un altro bellissimo palco, quello della trasmissione “Nessun Dorma”, su Rai 5.
Recentemente ho avuto anche la possibilità di “calcare” uno studio di registrazione importante…Ho vissuto una bellissima esperienza agli Alari Park di Milano.

3 CANTANTI O GRUPPI PREFERITI:
Oddio questa è difficile…solo tre? Io ne elencherei minimo 10…
Allora…dico Beyoncé per la tecnica vocale, è il mio idolo da sempre, inarrivabile (l’ho vista a San Siro un paio di anni fa, non serve dire una parola)
Lady Gaga per l’artisticità (è una fuoriclasse)
Di recente ho iniziato ad ascoltare Billie Eilish, ma devo ancora capirla…mi interessa perché secondo me segna qualcosa di nuovo…

HAI PARTECIPATO A DEI CONCORSI MUSICALI?
Ho partecipato a dei concorsi musicali nella città in cui fino ad un po’ di anni fa ho studiato canto: uno è “I MakeMusik,” nel quale ho vinto una volta il premio della tecnica vocale, una seconda volta quello di miglior interprete e l’ultima volta mi hanno assegnato un premio come miglior cantautrice, insieme al mio ragazzo. Ho partecipato anche ad un concorso chiamato “Montagna Spaccata”, in cui ho vinto il premio sempre come miglior interprete. Quando avevo undici anni ho partecipato al festival nazionale “Cantazzurro” con Katia Ricciarelli e Vince Tempera arrivando seconda tra i giovanissimi. Due anni fa ho vinto un concorso sulla nave da crociera “Costa Deliziosa” chiamato “The Voice of the Sea”. Di recente mi sono iscritta a “Kleisma Nuove Prospettive”.

TI RICORDI IL GIORNO IN CUI HAI DECISO CHE AVRESTI VOLUTO ESSERE UNA  MUSICISTA?
Sinceramente non è stata una vera e propria decisione; ho sempre sentito di avere qualcosa a che fare con la musica e questa è una convinzione che è maturata e sta maturando anno in anno. Ho scoperto che quando canto riesco a provare delle emozioni che anche chi mi ascolta riesce a percepire. Questa connessione è fantastica. E’ come se quello che non riesco ad esprimere a parole lo esprimessi cantando. Sono una pessima oratrice. In tutto questo voglio ringraziare il mio ragazzo, uno straordinario chitarrista che mi ha sempre ispirata.

QUANTO HAI IMPIEGATO A CONVINCERTI SU QUESTA SCUOLA?
Sinceramente sono stata fin da subito molto convinta, tanto che quando mi sono accorta che la scuola avrebbe fatto un Open Day mi ci sono fiondata immediatamente chiedendo informazioni a tutti e sembrando anche forse un po’ impazzita (ero molto in ansia quel giorno, stavo pensando seriamente di venire a Milano). Ovviamente è stata una decisione abbastanza tosta da prendere: lasciare casa e cambiare stile di vita…ma soprattutto sarebbe stato (ed è) un grande sacrificio per i miei genitori che non finirò mai di ringraziare. Mi stanno regalando un sogno che a molti piacerebbe vivere. Mi ritengo molto fortunata.

DA QUANTO TEMPO SUONI/CANTI?
Canto sin dall’asilo. Mia mamma comprava i CD dello zecchino d’oro e li seguivo come una matta! Strimpello il pianoforte da sette anni, ma lo suono da quando sono arrivata in CPM per merito del super maestro Giuliano Lecis.

LA TUA CITTÀ DÀ SPAZIO ALLA MUSICA?
La mia cittadina purtroppo non dà molto spazio alla musica come faceva una volta, ma questo penso valga in tutti i piccoli paesini da un po’ di anni a questa parte. Anche per questo sono venuta a Milano! Io comunque ho avuto modo di suonare e di divertirmi diverse volte. Nel nostro piccolo ho da sempre trovato grandi soddisfazioni per quello che facevo: ho tenuto diverse serate e concerti, partecipato ad eventi e il giornale locale ha pubblicato svariate volte articoli su di me. Per me era ed è tuttora una conquista di cui vado super fiera! Spero e desidero veramente tanto in futuro di portare un po’ più di musica, arte e gioia tra le mie bellissime montagne.
 
TI PIACE MILANO?
Pur essendo arrivata qui carica di energia e voglia di fare nuove esperienze, durante i primi mesi Milano ho faticato! Ero veramente spaesata, io, abituata a farmi le passeggiate nei boschi dietro casa.Col tempo, però, ho imparato ad apprezzarla e a scoprire le meraviglie che cela. Milano è una grandiosa città, piena di opportunità da prendere al volo, stando pur sempre attenti a non perdersi nel mare delle cose che propone.

Marta ha fatto notizia

One Love - Music for Italy

20 musicisti provenienti da tutt'Italia che suonano, ognuno da casa propria, "One Love" di Bob Marley: è questa l'idea di Marco Giovanni Ferrario, allievo del 3° anno AFAM di Chitarra, che ha deciso di dare vita a questo progetto, con lo scopo di unire l'Italia attraverso la Musica.

Potete vedere il video cliccando su questo link: https://www.youtube.com/watch?v=FBkohsMC0ds

Tra i protagonisti del video, oltre a Marco Giovanni Ferrario, troviamo allievi e diplomati CPM:

  • Davide Chioggia - batteria (Liguria)
  • Giovanniantonio Satta - batteria (Sardegna)
  • Luca Belluz - chitarra (Friuli Venezia Giulia)
  • Matteo Iarlori - chitarra (Abruzzo)
  • Luigi Cerbone - basso (Campania)
  • Francesco Savini - voce (Abruzzo)
  • Marta Bonato - voce (Veneto)
  • Benedetta Nistri - voce (Toscana)
  • Sara Salvigni - voce (Piemonte)
  • Valentina Mazza - voce (Marche)

I fonici che hanno lavorato la mix sono i nostri allievi di Pro Audio Engineer Gabriele Gioia, Mattia Marangi e Valentina Panzeri.

Siamo molto orgogliosi dei nostri allievi che continuano a fare e diffondere Musica, andando oltre le distanze!

Cosa ho studiato

Ho studiato con

Ruota il dispositivo per poter visualizzare il contenuto