Andrea Mandelli

Strumento:

Corso:

  • Basso
  • Diploma

NOME: Andrea Mandelli
CITTA': Concorezzo (MB)
CORSO: Basso DIP
ANNO: 1993  

IN COSA TI HA AIUTATO A CRESCERE IL CPM?
Ho sempre pensato che il CPM avesse una grande forza nel mettere a contatto persone diverse che arrivano da posti diversi. Nei rapporti con le persone ho potuto capire quanto la musica sia una cosa estremamente personale, legata al trascorso di ognuno, a quello che siamo, nel bene e nel male, perché ci rispecchia.

IL RICORDO PIU' BELLO CHE HAI DEL CPM?
Al CPM entravo al mattino e uscivo la sera, quindi di momenti da ricordare ne ho davvero tanti. Posso dire che ripenso con piacere al tempo passato lì perché è da dove sono partite molte cose, tra cui il mio progetto ULULA&LaForesta e il lavoro nello spettacolo Musica Ribelle.

COS'E' PER TE LA MUSICA?
È una freccia e in quanto tale può essere dritta al cuore oppure cadere poco più in là dei tuoi piedi. Dipende dalla motivazione, dall'obbiettivo e dalla modalità: per me la musica è il mezzo più potente ma una stessa frase può non essere sentita o rapire un sacco di gente. Sta a noi, come sempre.

IL MOMENTO IN CUI HAI DECISO DI FARE IL MUSICISTA E CHI TI HA INFLUENZATO NELLA SCELTA?
Io non ho deciso di fare il musicista. So che nella musica ho trovato quello di cui avevo bisogno ascoltandola e suonandola: evidentemente andiamo d'accordo.

IL MOMENTO PIU' BELLO E IMPORTANTE DELLA TUA CARRIERA?
Prima di tirare le somme e parlare di "carriera" penso a godere in quello che faccio. Faccio due esempi opposti: il Teatro LaPergola di Firenze SoldOut col pubblico tutto in piedi ad applaudirci a fine spettacolo... e il vedere realizzato il primo EP in cui c'è parte di me. È la mia storia fino ad ora, è per forza tutto importante, anche gli errori.

UN ANEDDOTO DIVERTENTE DEL TUO ESSERE MUSICISTA?
Ho iniziato da chitarrista suonando alla messa. Alcuni miei amici stavano formando una band ma mancava solo il bassista. Io, "ovviamente", non avevo idea di cosa fosse il basso: sono diventato comunque il bassista del gruppo. Ora il basso è il mio strumento primario

Andrea ha fatto notizia

"Milano e la Popular Music - di Tempo in Tempo...": grazie!

Così come per il 2019, anche quest’anno il 21 Giugno il palco del Cortile delle Armi del Castello Sforzesco di Milano ha risuonato della Musica degli allievi del CPM per la rassegna Estate Sforzesca 2020.
Oltre 2 ore di Musica per celebrare la Festa della Musica in un periodo così particolare, dedicando l’evento a tutti gli addetti del nostro settore, che non è solo quello dello “spettacolo”, e a tutte le persone che hanno sofferto e soffrono questo momento particolare. A musicisti, cantanti ed artisti a prescindere dalla loro notorietà, al futuro della Musica che unisce.
 
Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita questo spettacolo, organizzato in una sola settimana.
Grazie al Comune di Milano, all’Assessore alla Cultura Filippo Dal Corno e ad Andrea Minetto.
Grazie al pubblico che ha assistito a “Milano e la Popular Music – di Tempo in Tempo…

Grazie al Direttore Musicale Giuliano Lecis e a Fabio Ingrosso, che ha curato la presenza sul palco dei ragazzi.

 
Grazie ai docenti: Flaviano CuffariDino D’AutorioTommaso FerrareseRoberto Gualdi.
Grazie agli studenti e musicisti: Stefano Casalena, Giacomo Ferrari, Luca Portunato, Vittorio Romano, Davide Chioggia, Metello Bonanno, Gabriel Bagini, Milo Bazzari, Riccardo Bergomi, Carlo Capobianco, Antonio Cirigliano, Lorenzo di Roberto, Cristian Donà, Marco Giovanni Ferrario, Antonio Liso, Fabio Lombardi, Federica Pellegrinelli, Alessandro Spoldi, Daniele Tromby, Mattia Algieri, Elisabetta Arpellino, Daniele Azzena, Alessia Borganti, Edoardo Buoso, Caterina Camera, Gabriele Catoni, Chiara Ciurlo, Marta Coppa, Maddalena Cortesi, Chiara De Rosa, Marina Ferrazzo, Erica Gennari, Lucia Gipponi, Giulia Lazzerini, Sara Mancini, Eleonora Matta, Elisabetta Meroni, Paola Micieli, Alberto Moni, Greta Moroni, Elena Mottarelli, Nicole Piccione, Ivan Rizzo, Silvia Rosa, Emanuela Senes, Raffaella Zago, Alessio Zariati.
Grazie a ULULA & LaForesta, special guest: Maximilian Agostini, Simone Carradori, Filippo Chiarini, Lorenzo Garofalo, Andrea Mandelli, Alessio Profeti.

 
Grazie ai tecnici: Giacomo Mandelli, Mattia Chiodini, Gabriele Gioia, Lorenzo Longoni, Francesco Mandelli, Mattia Marangi, Valentina Panzeri, Daniele Ronchi.
 
A questo link potete scaricare il libretto della serata con la set list: 
https://qrgo.page.link/Gwgio

Potete vedere le foto della giornata sui nostri canali Facebook Instagram. 

Ruota il dispositivo per poter visualizzare il contenuto