Raffaele Contorni

Strumento:

Corso:

  • Batteria
  • BAC

23 anni, senese, Raffaele ha incontrato la batteria per la prima volta a 4 anni.

DOVE ASCOLTI MUSICA?
Ascolto musica tramite i classici CD e via internet.

QUALE DISCO HAI ASCOLTATO DI PIU?
Il disco che ho ascoltato di più è Rhythm of the soul di Dave Weckl.

IN QUALE EPOCA MUSICALE VORRESTI VIVERE?
Vorrei vivere nel periodo di Woodstock in cui la cosa più importante era SUONARE.

IL MOMENTO ESATTO IN CUI HAI DECISO DI VOLER FARE IL MUSICISTA?
Ricordo ancora il momento in cui all'età di 4 anni grazie ai miei genitori ricevetti la mia prima batteria, bianca. Cominciai subito a prendere lezioni con impegno e costanza, rimanendo d'allora sempre con le bacchette in mano.

CHI TI HA INFLUENZATO?
Mi ha influenzato principalmente Dave Weckl.

SE POTESSI FAR TORNARE IN VITA UN ARTISTA CHI SCEGLIERESTI?
Farei ritornare in vita Michael Jackson e assisterei volentieri ad una clinic di Jeff Porcaro haha.

IL CONCERTO CHE TI HA CAMBIATO LA VITA?
Quando andai a vedere la PFM a Siena.

QUANTI DISCHI ASCOLTI IN UN MESE?
Ascolto in media 2-3 dischi al mese.

STUDIO O PALCO?
Entrambi richiedono una grande concentrazione ma anche tanto divertimento. Il mio obbiettivo è quello di fare della mia passione un lavoro quindi lavorare sia in studio che live.

LA TUA GIORNATA TIPO AL CPM?
Saluto le segretarie, vado a lezione, studio con gli amici nelle varie aule scambiandoci idee finendo poi a "jammare" insieme.

LA DOMANDA CHE NON TI ABBIAMO FATTO E CHE AVRESTI VOLUTO SENTIRE?
"Hai partecipato ad altri concorsi? Cosa ne pensi?"
Questo tipo di concorsi sono un ottimo modo per conoscere nuova gente e un modo per mettersi alla prova con se stessi. Personalmente ho partecipato a vari contest sia nazionali che internazionali quali "BigdrumBonanza2015" ideato dal grande Thomas Lang rientrando nella Top10, "Drummeroftomorrow2016" rientrando tra i primi 6.

Raffaele ha fatto notizia

Musica Infinita #cometogether: GRAZIE!

Più di 100 ore di prove, oltre 70 musicisti coinvolti tra docenti e allievi, l’impegno e il lavoro dei fonici e di tutto lo staff del CPM sono gli ingredienti che hanno dato vita a un spettacolo unico, 2 ore di Musica sul palco del Castello Sforzesco, luogo simbolo di Milano, nel giorno dedicato alla Festa della Musica.
Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita di uno spettacolo così grande e importante che resterà nella storia del CPM. Grazie al Comune di Milano, all’Assessore alla Cultura Filippo Dal Corno e ad Andrea Minetto. Grazie al pubblico che ha assistito a “Musica Infinita #cometogether

Grazie ai docenti: Claudio Bazzari, Flaviano Cuffari, Dino D’Autorio, Tommaso Ferrarese, Fabio Ingrosso, Paolo Maria Jannacci, Giuliano Lecis, Luca Nobis.
Grazie agli allievi e musicisti: Vincenzo Marino, Stefano Casalena, Luigi Cerbone, Andrea Mandelli, Luca Portunato, Vittorio Romano, Filippo Tosto, Davide Chioggia, Raffaele Contorni, Christian Di Benedetto, Matteo Fornasari, Metello Bonanno, Giovanniantonio Satta, Andrea Baggieri, Gabriel Bagini, Milo Bazzari, Luca Belluz, Carlo Capobianco, Simone Carradori, Giorgio Cataldo, Enrico Wolfgang Leonardo Cavion, Antonio Cirigliano, Cristian Donà, Gianluca Emmanuele, Marco Giovanni Ferrario, Fabio Lombardi, Alessandro Mazza, Gabriele Milan, Giacomo Leonardo Parodi, Federica Pellegrinelli, Raffaele Renne, Daniel Zanaboni, Chiara Ferraris, Luca Gambino, Alessandro Spoldi, Mattia Algieri, Elisabetta Arpellino, Marta Bonato, Caterina Camera, Chiara Ciurlo, Stefano Cori, Leoluca Cucinelli, Marina Ferrazzo, Lucrezia Fioritti, Valentina Lattanzi, Giulia Lazzerini, Paola Micieli, Elisabetta Meroni, Greta Moroni, Elena Mottarelli, Ivan Rizzo, Sara Salvigni, Francesco Savini, Emanuela Senes.
Grazie ai tecnici: Tommaso Bianchi, Filippo Magnabosco, Giacomo Mandelli, Paolo Scotti, Olmo Giani, Alessandro Ferrando, Diego Rizzo, Matteo Ferrarotto, Giovanni Elli, Gabriele Gioia.

Nei prossimi giorni potrete vedere le foto e il video della giornata sui nostri canali
Facebook, Instagram e Youtube

Cosa ho studiato

Ho studiato con

Ruota il dispositivo per poter visualizzare il contenuto