Emanuela Senes

Instrument:

Course:

  • Singing
  • AFAM

NOME: Emanuela Senes, in arte Senes
CITTA': Olbia, Sardegna AFAM Canto,
CORSO: Canto AFAM
ANNO DI NASCITA: 1994


DA QUANTO TEMPO SUONI/CANTI?
Non so l'età esatta in cui ho iniziato a cantare. A casa mia cantavano e/o suonavano tutti, per hobby o per lavoro. Mia madre, dopo pranzo, si chiudeva in camera con la sua tastiera a cantare e io la raggiungevo, l'ascoltavo, imparavo i brani (tutti di musica italiana anni '60) e, a volte, mi univo. Mio zio (il fratello di mia madre) era il tastierista dei Collage, gruppo italiano in attività dagli anni '70. Ora non ne fa più parte.
Puoi immaginare alle feste, ai compleanni. Era ed è sempre un pretesto per suonare e cantare tutti insieme. Almeno ai matrimoni risparmiamo sulla musica.

PERCHE HAI INIZIATO?
A otto anni ho iniziato a studiare pianoforte, ma non mi entusiasmava molto. Non capivo perché dovessi studiare brani di uno morto anni fa, quando io volevo imparare a suonare Einaudi, Allevi e le colonne sonore dei cartoni animati. Ora, ovviamente, ho capito. Ma la mia voglia di suonare le colonne sonore è rimasta. Contemporaneamente, mi cimentavo a cantare e "ballare" nei diversi concorsi di paese. Era puro divertimento (anche se mi ricordo di aver pianto molto quando arrivai ultima ad un concorso... soprattutto perché in giuria c'era mio nonno). Entrata al conservatorio di Sassari, capii dopo quattro anni che la musica classica non faceva per me. Si stava instaurando in me qualcosa di più cupo, di spaventoso... il jazz. A 14 anni feci la mia prima lezione di canto. Ho cambiato tanti insegnanti, tante accademie. Mi avvicinai al mondo del jazz, ma non prima di aver testato il rock, il blues e quanto ce n'era. Ovviamente non ero portata. Ma ci sta sperimentare. Il pianoforte rimase chiuso. Lo ripresi molti anni dopo... al CPM.

CHI TI HA ISPIRATO?
I miei idoli erano, e sono tutt'ora: Etta James, Ella Fitzgerald, Louis Armstrong, Nina Simone, Norah Jones, ecc... ma, soprattutto, Edith Piaf.
Grazie alle canzoni francesi degli ani '40/'50, ho iniziato a fare pianobar. A quanto pare c'era grande richiesta nel vedere e sentire una quindicenne cantare in francese. E' stata una fortuna, perché, nonostante tutti gli aspetti negativi del pianobar (tra cui non essere realmente ascoltato, sentirsi come la radio in filo diffusione, cantare mentre le persone masticano a bocca aperta e tanto altro), ho iniziato a lavorare e quindi a guadagnare da subito. Tutt'ora d'estate lavoro negli hotel e nei ristoranti; è gavetta, è lavoro, ne sono grata ed è stato utile per poter investire sullo studio.

TI RICORDI IL GIORNO IN CUI HAI DECISO CHE AVRESTI VOLUTO FARE LA MUSICISTA?

CHI SCRIVE I TESTI E CHI SCRIVE LA MUSICA?

QUANTO LAVORATE SULLA SCRITTURA? BUONA LA PRIMA O CI SONO DUBBI E STEP SUCCESSIVI?

HAI FREQUENTATO ALTRE SCUOLA DI MUSICA?

PERCHÉ TI SEI ISCRITTO/A AL CPM?

QUANTO HAI IMPIEGATO A CONVINCERTI SU QUESTA SCUOLA?

COS’HAI TROVATO AL CPM?

STUDI QUALCHE ALTRO STRUMENTO?

FREQUENTI IL CPM TUTTI I GIORNI?
VIVI A MILANO?

3 CANTANTI O GRUPPI PREFERITI:

HAI PARTECIPATO A DEI CONCORSI MUSICALI?



IN QUALE EPOCA MUSICALE VORRESTI VIVERE?

SE POTESSI FAR TORNARE IN VITA UN ARTISTA CHI SCEGLIERESTI?


CANTANTI CHE TI HANNO SEMPRE ISPIRATO

L ULTIMO CANTANTE RECENTE CHE TI HA COLPITO

 

Emanuela He made headlines

MUSICA PER CAMBIARE IL MONDO: grazie!

Per il 3° anno consecutivo il palco del Cortile delle Armi del Castello Sforzesco di Milano ha risuonato della Musica degli allievi del CPM per la rassegna Estate Sforzesca 2021.
Oltre 2 ore di concerto per celebrare la Musica e i musicisti che, da generazioni, attraverso la Musica Popolare, si impegnano a stimolare gente e governi per creare società sempre più coese e solidali. Artisti che hanno raccontato e raccontano dei diritti della persona, del rispetto che si deve al nostro pianeta e al suo eco sistema. 
Un concerto per salutare e ricordare musicisti che in questi ultimi anni se ne sono andati, consegnandoci importanti lasciti da far fruttare. 

Grazie a tutti coloro che hanno reso possibile la riuscita questo spettacolo.

Grazie al Comune di Milano, all’Assessore alla Cultura Filippo Dal Corno e ad Andrea Minetto

Grazie al pubblico che ha assistito a “Musica per cambiare il mondo…Musica bene comune” riempiendo la platea.

Grazie ai Direttori Musicali Dino D’Autorio, Roberto Gualdi, Alberto Cipolla, Diego Maggi, Guido Giordana, Giuliano Lecis, Emanuela Senes, Clelia Bos e a Fabio Ingrosso, che ha curato la presenza sul palco dei ragazzi.

Grazie a: Federica Pellegrinelli, Milo Bazzari, Marina Ferrazzo

Grazie agli allievi e musicisti: Vittorio Romano, Davide Chioggia, Gabriel Bagini, Milo Bazzari, Carlo Capobianco, Antonio Cirigliano, Federica Pellegrinelli, Alessandro Spoldi, Daniele Tromby, Mattia Algieri, Elisabetta Arpellino, Daniele Azzena, Edoardo Buoso, Gabriele Catoni, Chiara Ciurlo, Maddalena Cortesi, Chiara De Rosa, Erica Gennari, Lucia Gipponi, Sara Mancini, Eleonora Matta, Greta Moroni, Nicole Piccione, Ivan Rizzo, Silvia Rosa, Emanuela Senes, Raffaella Zago, Ludovica Sindona, Eveline Lucchini, Antonio Mariano, Mattia Fegatilli, Luigi Di Stefano, Pietro Bombardelli, Deborah Marino, Chiara Giannella, Alice Maria Bricalli, Lidia Vitrano, Zoe Celeste Iacono, Laura Iapoce, Chiara Pizzi, Antonio Montuori, Alberto Repossini, Federico Piacentini, Paolo Chiocci, Davide Amico, Tommaso Petricca, Gabriele Deliperi, Emilio Farì, Luca Pegorari, Tiziana Cotella, Alex Guiha, Giordano Giorgi, Marco Baldoni, Benedetta Roscini, Elisa Trovato, Giuseppe Lai, Giulia Alborghetti, Letizia Lentini, Luca Parravicini, Luca Menini, Vincenzo Garofalo, Adalberto Pierluigi Gambacorta, Alessandro Buzzolani, Eleonora Presti, Greta Cangelosi, Giuseppe Fiori, Lorenzo Niniano, Raffaele Barberio, Laura Iamartino, Sofia Codermaz, Alessia Maiuzzo, Michele Fantoni, Luca Gambino, Marina Ferrazzo, Giulia Lazzerini, Daniele Bressani, Alessandro Corneo, Elena Librici, Matteo Di Nitto, Fabio Micciullo, Daniele Pagliero, Sara Bronzoni, Alessandro Calefato, Giorgio Prandino, Samir Abass, Paola Grieco, Marco Baldoni.
 
Grazie ai Jaspers, special guest: Erik Donatini, Eros Pistoia, Fabrizio Bertoli, Francesco Sgarbi, Giuseppe Zito e Giovanni Tani Jr.

Grazie ai nostri fonici, diplomati e allievi: Giacomo Mandelli, Mattia Chiodini, Luca Della Maddalena, Gabriele Gioia, Francesco Mandelli, Mattia Marangi, Ludovico Mischi, Pietro Nicolini, Valentina Panzeri, Stefano Pergher, Daniele Ronchi, Francesco Spinelli e Romeo Tanzini.

Grazie a Milkit per le riprese, Fabio Carissimi per le foto, i fonici di sala e di palco Massimo Faggioni e Michele Boccalone.

Grazie a Franco Mussida, fondatore e Presidente del CPM, che ha ideato la serata.

A
questo link potete scaricare il libretto della serata con la set list

Nei prossimi giorni potrete vedere le foto della giornata sui nostri canali Facebook e Instagram.

What I studied

I studied with

Rotate the device to view the content