Antonello Colamonaco

Instrument:

Course:

  • Bass
  • Diploma

NOME:  Antonello Colamonaco
CITTA': Sesto San Giovanni (MI)
CORSO: DIPLOMA Basso
ANNO DI NASCITA: 1973

DA QUANTO TEMPO SUONI?
Da circa 28 anni

TI RICORDI IL GIORNO IN CUI HAI DECISO CHE AVRESTI VOLUTO FARE IL MUSICISTA?
Sono due le date che mi hanno “segnato” (musicalmente parlando). La prima è il 3 settembre 1984, giorno dell’uscita di Powerslave, quinto album degli Iron Maiden. La seconda è il 7 luglio 1992, giorno in cui esce Images and Words, secondo lp dei Dream Theater

CHI TI HA ISPIRATO?
Come bassisti, l’elenco sarebbe interminabile. I miei riferimenti sono Jaco Pastorius, Geddy Lee (RUSH) e John Myung (Dream Theater). A livello personale, il mio riferimento è Johann Sebastian Bach.

HAI FREQUENTATO ALTRE SCUOLA DI MUSICA?
Nel lontano 1993 mi iscrissi ad una scuola di musica a Sesto San Giovanni, l’Arci Nuova Torretta, dove imparai le prime nozioni di teoria, armonia, solfeggio e di strumento. Successivamente andai avanti da autodidatta, prendendo lezioni private da vari insegnanti (Stefano Scopece, Alberto Viganò)

COME MAI HAI SCELTO IL CPM?
Cercavo una scuola, un punto di riferimento e soprattutto un ambiente dove poter respirare musica per migliorare le mie conoscenze musicali ed entrare in contatto con altre persone che come me condividono questa passione viscerale.

STUDI QUALCHE ALTRO STRUMENTO?
Sto cercando di imparare il Theremin, l’unico strumento al mondo, se non erro, che si suona senza toccarlo. Una vera e propria sfida musicale e personale.

IN QUALE EPOCA MUSICALE VORRESTI VIVERE?
Barocco … uno dei periodi, per me, più completi.

SE POTESSI FAR TORNARE IN VITA UN ARTISTA CHI SCEGLIERESTI?
Freddy Mercury. Mi sarebbe piaciuto assistere ad uno show dei Queen, a mio avviso, una delle band più complete mai esistite.

3 CANTANTI O GRUPPI PREFERITI:
Domanda difficilissima. Se proprio dovessi scegliere: Rush, Queen, Dream Theater (mi scuso per tutti gli altri che non ho citato !!!)

HAI UNA BAND O SUONI DA SOLO?
Attualmente suono nei THE CREEPSHOWS, tributo agli Skid Row (cercateci su Facebook e su Youtube), progetto da me ideato e fondato più di 10 anni fa.

DOVE TI PIACE ASCOLTARE MUSICA?
Ormai, in una realtà digitale come questa è inutile negare che il mezzo più veloce e intuitivo per ascoltare musica sia internet, ma naturalmente il luogo più utile per ascoltarla, capirla e viverla rimane il live.

PREFERISCI LAVORARE IN STUDIO O ESIBIRTI SU UN PALCO?
Lavorare in studio è sempre molto stimolante e allo stesso tempo un’esperienza più intima rispetto all’esibizione live, sia davanti a poche persone che ad una platea immensa. Non disdegno nessuna delle due.

PARLACI UN PO’ DI TE
In un periodo come questo è fuori dubbio che la voglia di ricominciare a vivere la vita di tutti i giorni sia uno degli obiettivi di tutti. Figuriamoci per chi, con la musica, sente il bisogno di esprimere emozioni! In attesa che tutto finisca, oltre a studiare, cerco di non perdere di vista uno dei miei progetti futuri: creare un progetto solo strumentale inedito a tre (basso, chitarra e batteria) di matrice progressive metal, aperto comunque a varie influenze. 

LA DOMANDA CHE NON TI ABBIAMO FATTO, MA ALLA QUALE AVRESTI VOLUTO RISPONDERE?
Data la mia non più giovane età, una domanda azzeccata avrebbe potuto essere: “La musica è veramente il modo migliore per esprimere le proprie emozioni oppure è solo un mezzo per “evadere” e “dimenticare” la realtà difficile di questo periodo?

Rotate the device to view the content