NEWS

Auguri di buone feste da Franco Mussida

Scroll through the news

Pubblicata il 17.12.2020

Il nostro fondatore e Presidente Franco Mussida vi augura buone feste, condividendo con voi la sua letterina a Babbo Natale, con un augurio di speranza per l'anno che verrà. Buona lettura!
 
Caro Babbo Natale,
sono Franco, un bambino di 73 anni che vive da sempre dentro una persona simpatica che mi ospita con amore. A volte è un po’ pesante, ma fa il musicista e mi piace tanto quando suona. Sono fortunato perché ci parlo, e lui, nonostante non possa vedermi, mi ascolta e mi dà retta. Con i suoi occhi vedo cose che non mi piacciono per niente e glielo dico. Lui si impegna, ma oggi sono troppe quelle che non vanno. E’ tanto che gli dico: “ma non ti sembra che la gente stia diventando sempre più cieca? Possibile che non si accorga del vero valore delle cose?” Le piante non fanno male a nessuno, stanno lì, attaccate alla terra, per donarle ossigeno, eppure gli uomini le trattano male. Non parliamo degli animali. Nel mare ci buttano ogni schifezza, eppure ho visto che gli uomini quell’acqua la bevono. Nell’aria ci buttano cose più pestifere, eppure l’aria la respirano. La terra la coltivano buttandoci sopra cose nocive, e poi le mangiano. Il suono delle città dovrebbe essere fatto da quello delle voci delle persone, di Musica e canzoni che grandi e bambini suonano, ma non si sente niente, perché è tutto coperto da un rumore di macchine assordante. Vedo tormente in estate e siccità in inverno e tutti si sono rassegnati. Caro Babbo Natale, io ho chiesto al mio amico che mi ospita di fare qualcosa, e lui mi ha detto “non c’è niente da fare, la gente più guarda meno vede, più ascolta distrattamente meno sente: non ci posso fare niente, neanche se chiedessi a Babbo Natale”. 
Ecco, io non ci credo, a quello che dice, per questo ti scrivo. Non ti chiedo di far sparire il Covid, se il tuo Papà ce l’ha mandato, una ragione ci sarà. Ti chiedo di liberarci da tutti quei Dissennatori che forse sono usciti dai film di Harry Potter, che stanno facendo perdere il senno alla gente. Che non fanno più vedere la bellezza che sta nelle cose, che li portano ad odiarsi, a farsi la guerra su tutto, a non accorgersi di cosa ha valore. Lo so che puoi farlo. Ci servono tanti Disvelatori, perché la gente possa vedere com’è bello il nostro mondo. Quanto piacerebbe, alla gente, scambiarsi abbracci, invece che prendersi a schiaffi. Sarebbe logico, ma in giro ci sono troppi Dissennatori che ci tolgono la ragione. Caro Babbo Natale, come regalo ti chiedo di mandare in tutte le città del mondo, nel giorno che vuoi tu, una grande nevicata, e in ogni fiocco di neve di metterci un Disvelatore e un pensiero buono. Sono sicuro che, al primo giorno di sole, quando la neve si scioglierà, tutta la gente del pianeta sorriderà contenta, e vedrà la meraviglia che la circonda. 
Grazie Babbo Natale, non c’è fretta, lo so che prima o poi lo farai. Comincio ad aspettare, e questo già mi fa sentire contento.
 
Franco

Check out the other news
Rotate the device to view the content